Diari di traduzione / Los ingrávidos 1

Rispetto ai primi libri, l’organizzazione del mio lavoro di traduzione è decisamente migliorata (rileggo sempre, al massimo il giorno dopo, le pagine che ho appena tradotto; non lascio troppi dubbi in sospeso, per lo meno quelli facilmente risolvibili; non lavoro mai “a tirar via” se sono stanca; mollo quando perdo la concentrazione.) È vero anche però che incaponirsi a volte su alcuni termini è inutile e controproducente. Ma questo me lo dico quando devo giustificarmi perché l’anarchia del mio metodo senza regole ha preso il sopravvento senza che me ne accorgessi. E così, anche questa volta, per un motivo o per un altro, i miei buoni propositi (come quello di non avviare questo blog “in differita”…) sono andati a farsi friggere. Ma al carattere frammentario della narrazione de Los ingrávidos di Valeria Luiselli non poteva non corrispondere la spontanea frammentarietà della mia dedizione. (La protagonista fa anche la traduttrice, c’è solidarietà)

Print Friendly

Traduzione di elisa tramontin

Elisa Tramontin è nata a Belluno, ma vive e lavora a Roma. Laureata in Lingue e Letterature Straniere a Bologna, dal 2005 collabora con diverse case editrici e si occupa di traduzione e sottotitolazione di film e documentari. Per laNuovafrontiera ha tradotto Mario Benedetti, Fernando Aramburu, Antonio Dal Masetto, Lucía Puenzo, Sergio Álvarez e Valeria Luiselli.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *