Intervista a Luiz Ruffato, di Giorgio de Marchis

Nell’ambito di una più generale ascesa politica e culturale dei paesi emergenti, verso la fine degli anni Novanta del secolo scorso, ossia circa una ventina d’anni fa, il Brasile ha avviato una serie di misure tese a imporre a livello mondiale una nuova immagine del paese. Oggi, tutto sembra indicare che gli obiettivi principali della diplomazia brasiliana nel breve termine siano il consolidamento del Brasile all’interno del G20 e, nel 2015, l’attribuzione al paese di un seggio permanente nel Consiglio di Sicurezza dell’Onu. Gli accordi con la Cina (oggi il principale partner commerciale del Brasile), la Russia, l’India e il Sudafrica – espressi attraverso gli ormai celebri acronimi BRIC e IBS – mostrano abbastanza chiaramente in che modo i brasiliani intendano consolidare il proprio ruolo sulla scena internazionale. Continue reading

Mio padre è un capo, di Diego Osorno

Durante il fine settimana, mentre guardavo gli account twitter dei figli degli attuali baroni della droga di Sinaloa, mi sono ricordato di un giovane che ha vissuto negli stessi ambienti di questi ragazzi, però durante un’epoca distinta del Paese. Nel secolo scorso.

Gli odierni golden boys del narco sono giovani che, se non viene regolato il mercato delle droghe, seguiranno le orme dei loro padri e, probabilmente, in modo ancora più feroce.

Per giungere a queste conclusioni non serve sbirciare i loro account twitter o le pagine facebook. Da tempo sappiamo che la legge della giungla che vige in Messico permette in ugual misura al sindaco di Monterrey, Margarita Arellanes, di arricchirsi velocemente e senza una ragione apparente e a questi ragazzi di ostentare pubblicamente le loro armi di grande calibro, e di vantarsi degli omicidi commessi e della mansuetudine dei loro felini selvaggi. Continue reading

Roberto Bolaño – La stella distante della letteratura cilena, di Lina Meruane

Pubblichiamo di seguito un’intervista che  la scrittrice Lina Meruane fece nel febbraio del 1998 per la rivista cilena “Caras” ad un ancora poco conosciuto Roberto Bolaño. Buona lettura.

Fino a poco tempo fa, i suoi scritti giravano solo in circoli di lettura selezionati. Venivano considerati una scoperta, e chi osava consigliarli poteva anche vantarsi di aver letto – come se non bastasse – qualcun altro dei sei libri di narrativa, o uno di poesia, pubblicati da Roberto Bolaño (1953). Solo di recente si cominciano a udire i bemolle delle sue storie, una saga notevole in cui si è accostato – con un linguaggio laconico, un umorismo stravagante cui ricorre anche quando parla, e un particolare senso della tenerezza – alla vita di personaggi segnati dall’insuccesso e da una certa sordidezza che non sfocia nello scatologico. Continue reading

Adriana Lisboa, di Alessandra Iadicicco

Quando mise in una valigia lo stretto necessario da portare con sé negli Stati Uniti, Evangelina, detta Vanja, 13 anni, rimasta orfana della madre e determinata a trovare, all’altro capo del continente, il proprio ignoto papà, rinunciò alle sue bambole, ai peluche, a tutti i suoi giocattoli di bambina, ma anche alle scarpe con il tacco avute in dono dalla zia per le grandi occasioni che «non si sa mai». Continue reading

Panorama della letteratura brasiliana dagli anni ’60 a oggi di Luiz Ruffato

XXI SECOLO

Alla fine del discusso governo di Fernando Collor, caratterizzato dall’inflazione, dalla corruzione e dalla crisi delle istituzioni, sale al potere il vice presidente eletto, Itamar Franco, nel dicembre del 1992. Durante il suo breve mandato, il paese entra in una lunga fase di stabilità politica ed economica, grazie all’impulso del governo di Fernando Henrique Cardoso (1995-2002) e coronato dall’elezione di Luiz Ignácio Lula da Silva (2003-2010), un operaio proveniente dal movimento sindacale, e di Dilma Rousseff (2011-2014), economista, ex guerrigliera, prima donna ad assumere la guida del paese. Il consolidarsi della democrazia e il protagonismo economico del Brasile rafforzarono le basi del mercato editoriale creando, per la prima volta, un ambiente favorevole alla professionalizzazione dello scrittore. Continue reading